Serena e Cinzia T.H.Torrini

type your text for second image here

Serena e Maurizio Battista

type your text for third image here

Serena e Licia Colò

type your text for 4th image here

Serena e Roberto Giacobbo

type your text for 5th image here

Image 6 title

type your text for 6th image here

Image 7 title

type your text for 7th image here

Image 8 title

type your text for 8th image here

Image 9 title

type your text for 9th image here

Image 10 title

type your text for 10th image here

Seguimi su Fb

Venice Espresso

Tutto per il caffè espresso...a casa come al barCapsule compatibili per macchine espresso:

Sistema Nespresso

Sistema Lavazza a Modo Mio

Sistema Dolce Gusto

Sistema proprietario S

Caffè, the, tisane ed infusi

 

 

Bed and Breakfast "Le 5 Vie" di Nardi Dolores

 

Le 5 Vie - Via Fossa, 20 48125 Mensa Matellica (Ra)

Tel. 0544-554845 - Mob.le +39 339 5983827

email: lecinquevie@gmail.com

website: lecinquevie.altervista.org

Immerso nelle campagne romagnole, a 10 minuti da Ravenna, a 5' da Mirabilandia, il B&B "le 5 Vie" ti aspetta, per farti trascorrere la tua vacanza in totale relax, accolto dalla Sig.ra Dolores con la sapiente gentilezza romagnola.

Serena Scrive Stampa E-mail

L'economia del mare

L’economia del mare

Nel giorno Martedì 21/04/2009presso la Pineta dei liberti di Lido Dei Pini si è svolto il convegno dal titolo “l’economia del mare, quali strategie?”il convegno è stato promosso dal Consorzio Mare Di Roma, S.I.B.. dall’EBT Roma,e Confcommercio comprensorio litorale sud, presenti all’evento oltre a numerosi esponenti del mondo imprenditoriale, anche figure istituzionali e del settore lavorativo. Non poteva mancare il presidente di Legambiente Enea di Ardea il Dott. Alberto Vinci,(incontrato prima dell’ inizio del convegno) che rilascia una sua preziosa testimonianza , ovvero la grande importanza per  l’interesse del tema trattato nel convegno che vuole rispondere ad una precisa richiesta proveniente dalle imprese e dalle comunità del nostro territorio: quella di discutere sulle loro prospettive di sviluppo all’interno del sistema complessivo dell’economia del mare della nostra area, sui loro bisogni formativi e sulla necessità di formare nuove figure professionali che si rendano protagoniste dei processi di innovazione. Il mare è luogo straordinario di grandi opportunità di sviluppo, ma anche di fenomeni di degrado ambientale. Inoltre, tra le economie del mare, in un comprensorio come il nostro, agiscono direttamente gli usi e costumi della gente, ma anche e soprattutto le possibilità di creazione di economie a più alta valenza per il futuro. Tutto questo deve, o meglio, dovrebbe coesistere senza i conflitti tra le varie economie del mare e il sorgere degli interessi particolari (operatori turistici contro pescatori, bagnanti contro gli operatori dei porticcioli, ecc.).Occorre contemperare, mitigare, e in taluni casi, riconvertire le attività che incidono sul nostro capitale costiero, che, con una valorizzazione adeguata, dove si intreccino elementi culturali ed elementi di bellezze naturali, può produrre offerte turistiche irripetibili e di altissima qualità.Nucleo centrale dovrà essere la necessità di ripensare l’economia del mare come un sistema di sviluppo complessivo di cui facciano parte diversi soggetti su tutto il territorio interessato. Tra questi soggetti è possibile immaginare nuove sinergie che concorrano al miglioramento della produttività e dell’efficienza di tutto il sistema. In questo scenario, si inseriscono naturalmente le considerazioni sullo sviluppo sostenibile e sulla tutela dell’ecosistema marittimo. Sono convinto che l’economia marittima, finora sottovalutata, potrebbe diventare una risorsa straordinaria per rilanciare e valorizzare il nostro patrimonio costiero. Il nostro futuro sta nella gestione integrata delle nostre zone costiere, unitamente alla tutela ambientale. Credo, quindi, che questo tema meriti un’attenta riflessione: sarebbe un’occasione persa per tutti ridurre l’intera questione ad un confronto dialettico e tecnico. Questo pensiero porta il dott. Alberto Vinci a porsi due domande che però vorrebbe volgerle a tutti i rappresentanti dei comuni sulla costa laziale, agli Assessori alla cultura e a tutti coloro abbiano a cuore lo sviluppo del territorio, e le domande sono :Può esistere effettivamente un’economia del mare nel nostro territorio? La dimensione dell’economia marittima quale impatto significativo potrebbe dare al nostro territorio in termini occupazionali e sulla formazione del reddito locale? Salutiamo  il presidente di Legambiente Enea di Ardea Alberto Vinci che ci informerà quanto prima se le sue domande hanno avuto risposta.

                                                   Serena Gray

Evviva la scuola

                                                EVVIVA LA SCUOLA

Nei giorni caldi di inizio Giugno, esattamente dal 9 al 12, preso la sala di A.Q. International a Padiglione, le insegnanti della scuola dell’infanzia di Anzio (Sacida), con tutti i bimbi e le loro famiglie, si sono riunite per mostrare il lavoro svolto nell’arco dell’anno scolastico, un progetto dal titolo “Storie in tutte le ……salse”che unisce tutte le scuole del secondo circolo di Anzio dove ogni plesso poteva organizzare percorsi diversi a seconda delle esigenze scolastiche,da qui sono scaturiti questi 4 giorni dove in un clima festoso si sono alternati momenti di recitazione e visione dei  DVD realizzati dalle varie sezioni della scuola dell’infanzia,il lavoro è stato il risultato finale di tutto l’anno scolastico suddiviso in 2 fasi,una prima fase riguardante l’attività progettuale,una seconda inerente ai momenti di attività scolastica, lo scopo di questi 4 giorni era quello di coinvolgere le famiglie e renderle partecipe a tutto il lavoro svolto, partecipazione che, a detta degli insegnanti, è gia cresciuta con maggiore consapevolezza,e soprattutto di come la scuola dell’infanzia sia una agenzia formativa ed educativa,le insegnanti dell’istituto:Cristina Freund, Ruta Giordano, Angela Roccatani, Giovanna Pintore, Catia Gabbianelli, Antonietta Gigliofiorito, Carmela Di Monaco,ne approfittano per ringraziare il titolare di A.Q. International il dott. Salvo Cacciola, sottolineando come la buona riuscita della manifestazione sia da attribuirsi proprio alla location che dà la possibilità, grazie agli ampi spazi, di creare qualsiasi tipo di evento ed anche questo tipo di attività. Nella foto una delle insegnanti (Cinzia Divona)mostra orgogliosa uno dei tanti lavori eseguiti manualmente dalle classi, ed i DVD. Intitolati “I Cigni Selvatici””L’Arca di Noè””la Gabbanella e il Gatto””Il Bosco Incantato””Biancaneve e i Sette Nani””Alice nel Paese Delle Meraviglie”

                                                                                    Serena Gray

Sicurezza in mare

SICUREZZA IN MARE

 

 

 

Sabato 27 Giugno presso il forte Sangallo di Nettuno si è tenuto un importante incontro sul tema “sicurezza in mare”organizzato dalla Lega Navale Italiana -sezione di Nettuno, la tavola rotonda, iniziata alle ore 11, avente come moderatrice la famosa giornalista Antonella Mosca, è stata ufficializzata dai saluti del neo presidente Angelo Annunziata, per entrare nel vivo dei temi previsti nel programma dove ogni relatore, avvalendosi anche di filmati video e foto, esponeva idee e suggerimenti per migliorare tutte quelle attività legate al mondo marino, infatti i temi, tutti di estrema importanza, spaziavano dalla sicurezza dei bagnanti, alla sicurezza sulla navigazione, e il rispetto dell’ambiente marino. Ad aprire il convegno il dott. Giuseppe Andreana, docente di Sicurezza Acquatica all’Università Foro Italico di Roma, affermando che "In Italia imparare a nuotare è un impegno di protezione civile, dato che la totalità della popolazione ha a che fare con mare o acque. Ma molti non se ne rendono conto e affrontano il mare con noncuranza", .poi è stata la volta del Comandante del porto di Anzio, Matteo Gragnani spiegando che dal 21 giugno le Capitanerie Italiane hanno lanciato l’operazione Mare Sicuro, che prevede sia attività di carattere informativo per bagnanti e diportisti, sia il consueto controllo lungo le coste e le spiagge. Luigi Marrazzo, comandante della sezione operativa navale della Guardia di Finanza di Anzio, ha fornito alcuni dati inerenti ad interventi di controllo negli stabilimenti balneari, individuandone vari abusivi nelle spiagge libere e lo scarico abusivo di acque non idonee. Sicurezza in mare è stato il tema di Enrico Maiozzi della Secur Sailing che ha ricordato che in mare ogni anno muoiono, per motivi legati al lavoro, ad incidenti o altro 24.000 persone per questo è stato progettato un sistema satellitare di sicurezza, anche l’esperto Fabio Sarti, responsabile dei corsi per la patente nautica della LNI Nettuno, riferisce che negli ultimi 4 anni il 27% di chi li ha frequentati per la patente entro le 12 miglia e il 18% di chi voleva quella senza limiti ha dichiarato difficoltà o addirittura paura del nuoto, molto importante l’intervento di Paolo Danna, oceanografo e specialista dei mutamenti della bassa troposfera e della porzione superficiale dell’oceano, con un accurato video ha illustrato l’effetto delle correnti marine, la formazione dei diversi tipi di onde e la ricaduta di interventi umani di vario tipo, dalle dighe ai porti, sulle linee di costa fenomeno che riguarda da vicino il nostro tratto di costa visti anche i lavori eseguiti nei pressi della nostra costa. Per parlare dell’ambiente la saccente relazione del dott. Alberto Vinci, presidente del circolo “Enea” di Legambiente di Ardea ha parlato della necessità di tutelare l’ecosistema dunale e marino, ricordando come LegaAmbiente svolga costantemente il lavoro di monitoraggio e controllo su ogni tipo di inquinamento, ecomafie, pulizia delle spiagge,ed educazione ambientale, ma soprattutto di come unire l’azione di legambiente a quella delle istituzioni comunali, atte a risolvere gradatamente, le varie esigenze dei cittadini. Della stessa idea, Incentrato su Nettuno, l’intervento di Flavio Biondi, assessore all’ambiente: “Sono ambientalista e pragmatico – ha detto – è ovvio che la pesca è una fonte di lavoro, ma per il bene di tutti, anche dei pescatori, bisogna razionalizzarla. Così come, ad esempio, vietare le cassette di polistirolo per il pesce, che gettate in mare sono un grande inquinante. Noi stiamo lavorando anche alla tutela delle acque marine e devo dire con dispiacere che durante il commissariamento si è persa l’occasione di un finanziamento regionale per la sistemazione del Loricina. Oggi avremmo avuto uno scatto in avanti per il mare di Nettuno. Ma l’amministrazione sta lavorando su questo”, Il saluto di chiusura è stato dell’ammiraglio Franco Cintorino, direttore generale della Lega Navale Italiana e membro della presidenza nazionale complimentandosi per il passaggio della delegazione di Nettuno a Sezione e facendo gli auguri al nuovo presidente Annunziata e a tutti i suoi collaboratori. Proprio quest’ultimo ricorda come questa  prima iniziativa sia stata ideata per sensibilizzare l’opinione pubblica ad un maggior rispetto del mare e delle norme che salvaguardano la sicurezza di tutti coloro che dal mare traggono benefici sotto i profili di lavoro turismo sport e benessere.

Autore: Serena Gray

5° Motoraduno Alessio Perilli

5° MOTORADUNO ALESSIO PERILLI

 

 Tutto ciò che si ricorda continua a vivere, è per questo che la famiglia Perilli organizza ogni anno il motoraduno “Memorial Alessio Perilli”, appuntamento diventato consueto per tutti gli appassionati e gli sportivi locali. Questo è il 5° motoraduno dedicato al figlio, scomparso tragicamente durante una gara di moto in Olanda: attraverso l’organizzazione di questo evento prendono forma la forza e la voglia di portare avanti il sogno e la passione di questo grande campione che ci ha lasciato troppo presto. Questo motoraduno però, non è solo un ricordo per Alessio, ma è anche un momento di aggregazione, un momento di scambio, di gioco e di festa, e lo dimostra il programma che si svolgerà Domenica 24 Ottobre partendo da Piazza Lavinia, dalle ore 9. Il percorso previsto dal programma è itinerante e toccherà diverse tappe. Da Piazza Lavinia ci sarà l’apertura del motoraduno con una ricca colazione e la raccolta delle iscrizioni. Alle 10 ci si ritrova tutti in Piazza Pia, ad Anzio, dove i piloti offriranno a tutti i bambini dei piccoli gadget, piacevole ricordo di un appuntamento da non perdere. Successivamente si farà un piccolo tour delle zone balneari di Anzio, Lavinio e Lido Dei Pini, per arrivare in Piazza Pizzi, a Lido Dei Pini, dove è situato il monumento dedicato ad Alessio Perilli. Alle 13.00 presso il “kartodromo ssc” in via Di Cavallo Morto 85, località Lido Dei Pini, ci sarà il pranzo, con un menù davvero fantastico, il tutto a 15.00 euro a persona. Chi fosse interessato può telefonare al numero 328-1695536, 06-9820552. Dopo la piccola pausa dedicata al momento del ristoro, si ricomincerà con l’evento sportivo. Alle ore 15.00 infatti prenderanno il via le gare con i go-kart, con gli stessi partecipanti del motoraduno. Le premiazioni  sono previste per le 17.30, a consegnare le targhe per i partecipanti, e per tutta la manifestazione, sarà presente Serena Gray. Nel ringraziare tutti coloro che hanno contribuito alla  realizzazione di questo evento, e tutti i commercianti, la famiglia Perilli  ricorda inoltre che domenica 17 Ottobre, il pupillo della “Racing Team AX#52”, il giovane pilota di Aprilia, Manuel D’Andrea, disputerà la sua ultima gara, presso l’autodromo del Mugello. E’ giusto allora ritrovarsi tutti insieme a tifare per questo giovane campione, che in sella  alla sua Yamaha 600cc darà sicuramente grandi soddisfazioni. L’evento negli anni ha sempre incontrato il consenso del pubblico e degli addetti ai lavori, grazie anche alla bontà dell’organizzazione e all’impegno profuso da tutti coloro che lavorano alla buona riuscita del motoraduno. Nel nome e nel ricordo di Alessio Perilli, questo sarà ancora una volta un evento da ricordare. Tutti gli sportivi e appassionati di motori sono invitati a partecipare, numerosi come nelle precedenti edizioni.